Dott.-Nacamulli

Dott. Davide Nacamulli

Dott. Davide Nacamulli

Specialista in Medicina Interna ed Endocrinologia

Il Dott. Davide Nacamulli, specialista in Medicina Interna e Endocrinologia, è membro della Società Italiana di Endocrinologia, della Associazione Italiana della Tiroide e della Struttura Regionale di Riferimento per la Iodoprofilassi nel Veneto.

Attività Clinica

Ha sempre svolto attività clinica in reparto e in ambulatorio dell’Endocrinologia di Padova, in particolare seguendo pazienti con problemi tiroidei. È stato l’iniziatore e il responsabile unico dell’Unità Funzionale di ecografia clinica e interventiva dell’Endocrinologia di Padova che è diventata punto di riferimento anche oltre l’Azienda Ospedaliera, per la diagnostica ecografica delle malattie tiroidee anche grazie all’adozione delle tecniche più avanzate, come l’analisi molecolare su agoaspirato, l’elasto-sonografia e l’alcolizzazione di noduli solidi iperfunzionanti e cistici della tiroide. Responsabile dell’Unità Semplice di Endocrinologia Oncologica, ha terminato la sua carriera ospedaliera come responsabile del reparto di Endocrinologia.

Attività didattica

Professore a contratto, titolare dell’insegnamento di “diagnostica tiroidea” per gli allievi del 3° anno della Scuola di Specializzazione in Endocrinologia e Malattie del Ricambio. Responsabile scientifico di un corso base e uno avanzato di ecografia tiroidea, accreditati ECM. Ha insegnato l’ecografia tiroidea, finalizzata alla diagnosi endocrinologica, a numerosi allievi che attualmente operano in tutte le province del Veneto e anche di altre regioni.

Attività scientifica

Autore o coautore di articoli su riviste internazionali censite (35 negli ultimi 10 anni che hanno avuto più di 700 citazioni), ha svolto decine di relazioni congressuali.

 

Oltre alla visita specialistica, con il suo ecografo è in grado di eseguire valutazioni Doppler utili nella diagnosi delle patologie autoimmuni (M di Basedow, tiroidite di Hashimoto) e misurazioni elasto-sonografiche, in grado di distinguere preoperatoriamente i noduli benigni dai maligni con un elevato grado di sensibilità e specificità, consentendo spesso di evitare esami citologici inutili e di selezionare i noduli sospetti sui quali invece eseguire l’agoaspirato.

Collabora abitualmente con medici di famiglia, ginecologi, pediatri e altri specialisti con i quali ha piacere di confrontarsi anche telefonicamente o via mail per discutere casi clinici di comune interesse.